Cultura e Spettacolo

Omaggio a Pietro Taricone (1975–2010): l’intervista de Le Iene

A pochi giorni dalla morte ecco la trascrizione integrale.

Nel 2002 il programma di Mediaset Le Iene intevistò il personaggio simbolo del primo Grande Fratello italiano. A pochi giorni dalla morte di Pietro ho pensato fosse il caso di ripescare la trascrizione dell’intervista che al tempo pubblicai su it.media.tv.reality-show.

L’intervista in origine era nel celebre formato doppio e insieme a Pietro rispondeva alle domande anche Emanuele Filiberto di Savoia. Non ho mai trascritto le parti del principe, ma alcuni riferimenti li trovate comunque nel testo.

Buona lettura.


Nome?
Pietro.

Soprannome?
‘u Guerriero.

Età?
Ventisette.

Professione?
Disoccupato in attesa di primo impiego.

Titolo nobiliare?
Nessuno, però si può comprà, quindi…

Nazionalità?
Italiana.

Residenza?
Casertana.

Stato civile?
Celibe.

Colore del sangue?
Rosso metallizzato.

A che età sei diventato grande?
A 27 anni dopo aver visto i vent’anni del Costanzo Show.

Un luogo comune sugli italiani?
Che so’ furbi.

Un luogo comune sui napoletani?
Che so’ furbi.

Un luogo comune sui milanesi?
Gente che lavora.

Il tuo maestro?
Il draghetto Grisù… quando quello è arrivato bruciava tutto.

Quanti soldi hai sul conto corrente?
Qualche migliaio d’euro. [Pietro scuote la testa]

Quanto costa al mese la tua vita?
Sei-settemila euro.

Ti sposerai?
No, adesso no.

[Fai] la faccia più brutta che puoi.
[Pietro puoi fare di peggio]

Oggi in politica c’è più moralità che hai tempi di tangentopoli?
No però la vendono meglio… prima andavano meno in televisione, mo vanno di più, però li vedi a cena questi qua, non li vedi in televisione. [Eh?]

Craxi andava riabilitato?
Se l’alternativa è quella che c’è oggi certo, viva Craxi!

Immunità parlamentare: odioso privilegio o elementare diritto?
Nasce come elementare diritto. Oggi no, è un odioso privilegio.

La legge è uguale per tutti?
No.

Scuola pubblica o privata?
Pubblica.

Energumeno o sensibile?
Sensibile.

Muscoli o cervello?
Un bel cervello muscoloso.

Milano o Napoli?
Napoli.

Destra o sinistra?
Ma quale destra e quale sinistra, oggi è ‘na fregnaccia.

Sado o maso?
Sado.

Chi sarà il prossimo capo dello stato?
Bruno Vespa.

Chi sarà il prossimo ministro degli esteri?
Ad interim, ragazzi! Berlusconi non lo leverete mai. [Profetico]

Potrà un giorno la monarchia riacquisire potere e visibilità in Italia?
Potere no, la simpatica visibilità certo perché guarda che bella faccia che cià per cui… [Rivolgendosi ad Emanuele Filiberto]

Te lo auguri?
Che abbia la visibilità certo, che abbia il potere, anche minimo, no.

Trovi la lampada di Aladino, hai la possibilità di esaudire un desiderio.
Mi piacerebbe galleggiare. [Sghignazza compiacendosi della trovata]

Credi nella parità sessuale?
No.

Breve definizione di solidarietà?
Tu sei illuso che puoi provare gli stessi sentimenti delle altre persone, è un’illusione.

Fai un urlo?
Oh!

Credi in Dio?
Sempre meno.

Com’è il tuo paradiso?
Spero sia uguale a quello della Stefanenko, della Hunziker, eh…

Hai mai nominato il nome di Dio invano?
Oh, tante volte.

Hai mai rubato?
Sì.

Hai mai desiderato la donna d’altri?
Sempre.

Mai fatto un canna?
Sì.

Quando l’ultima?
Tanto tempo fa, guarda che occhi!

Mai fatto una scritta sul muro?
Sì.

Mai stato con una prostituta?
Oh…

Mai fatto il test Hiv?
Tante volte.

Mai visto un film porno?
Certo.

Ti ricordi un titolo?
Stupro nel carcere, l’ho preso solo per il titolo.

Se tu non fossi quello che sei cosa saresti?
L’omino Michelin, sai come cazzo sta bene l’omino Michelin.

Si può mentire a fin di bene?
Certo.

Fammi un esempio?
— “Taricone c’è questa parte però… è una parte importante devi saper recitare. Tu sai recitare? Hai studiato tanto?”
— “Cazzo!”

Un pregio di tuo padre?
Ha fatto l’amore com mia madre, ragazzi… e guardate che ha tirato fuori.

Un difetto di tuo padre?
Che secondo mia madre non fa più l’amore, [ride] non lo fa più.

Un pregio di Berlusconi?
Che non è alto.

Un difetto di Berlusconi?
A volte non ha senso delle istituzioni. di fronte ad un problema il nostro Presidente del Consiglio chiude i piedi e salta il parlamento.

Un pregio del principe Emanuele Filiberto?
Mi piace molto il taglio di capelli, però non quello di adesso perché ho visto che se li è accorciati, prima aveva un taglio bellissimo con questa onda…

Un difetto del principe Emanuele Filiberto?
Ma sai cos’é… è il colore degli occhi, l’atteggiamento del viso e la erre moscia. Gli danno questa idea… dovrebbe un attimo più scaciarsi. [Eh?]

Un pregio di Pietro Taricone?
Sono buono.

Un difetto di Pietro Taricone?
So’ troppo buono.

L’ultima volta che hai pianto?
Quasi un anno fa.

Chi è un patriota?
Quello che muore per un’idea.. è un coraggioso, o è un illuso?

In quanti metri quadri vivi?
180.

A che età hai avuto la prima carta di credito?
Diciotto.

Da piccolo dove andavi in vacanza?
Campeggio con la canadese — ti ricordi la canadese? [Forse rivolto al principe]

Chi fa le pulizie a casa tua?
Una simpatica signora.

Mai avuto un maggiordono?
No.

Mai avuto un insegnante personale?
Sì.

Mi fai un risata?
Ha ha ha ha. [Forzata]

Mi fai una pernacchia?
Prrr.

Gara di velocità.
Sopra la panca la capra campa…

Prova di italianità: “guarda il mare com’è bello”.
Guarda il mare com’è bello.

Dillo in romanesco.
An vedi che mare, quant’è bello.

Dillo in milanese.
Vedi il mare com’è bello. [Ma Pietro sbaglia accento e lo dice in bresciano-bergamasco]

Dillo in napoletano.
[Non riesco a trascriverlo]

Cantalo.
…Spira tanto sentimento.

La canzone più famosa dei Beatles?
Let it be, let it be…

La canzone più famosa di Toto Cutugno?
Sono un italiano, un italiano vero!

Ti sei mai messo il cotone nelle mutande per sembrare più virile?
No.

Mai mangiato il pollo con le mani?
Sempre.

Mai fatto una puzzetta in ascensore?
No, ci tengo a certe cose.

Hai mai pisciato in una piscina?
Sì, ci tengo a certe cose.

Classifica dei piaceri della vita, al terzo posto?
Mangià , durmì.

Al secondo posto?
Scopare.

Al primo posto?
Sballarti, corre’ colla macchina a 300 all’ora.

Il tuo vizio?
Adoro pulirmi le orecchie con i cotton fioc. Infatti quando vado a casa di qualcuno… “Posso andà al bagno?” e trovo i cotton fioc… Allora sto lì “Ma taricone che sta a fa? Se sta a fa ‘na canna?” invece m’acchiappo i… [Mima i cotton fioc nelle orecchie]

Hai fatto il servizio militare?
No, non ne parliamo perché ho avuto qualche problema.

Un proverbio?
Il culo è la miniera d’oro dei poveri.

La volta che hai provato vergogna?
Io ho avuto una pubertà precoce per cui mi ricordo proprio peli quando gli altri non ce ne avevano e da bambini m’abbassavano i pantaloni e io avevo ‘sto gnocchetto e tutti ‘sti peli.

La donna piu’ bella del mondo?
Laetitia Casta.

Hai venti secondi per convincerla a venire a letto con te.
“Vorrei uno scambio di fluidi”. Stavo a copià da Russell Crowe che la dice molto meglio. Pero’ da Russell Crowe ciandavi se diceva ‘na fregnaccia di queste, eh? [Rivolto alla telecamera]

Seno naturale ma imperfetto o perfetto ma rifatto?
A me proprio è questione tattile il seno per cui vado sul naturale.

Che macchina hai?
La Smart, ciò pure la Porshe.

Mai superato i limiti di velocità?
Tante volte.

C’è la politica nel tuo futuro?
No.

La parolaccia che dici più spesso?
Roberto D’Agostino. [Ma che dice?]

Se tua figlia sposasse un musulmano?
[Dice qualcosa di incomprensibile che riguarda il burqa] …per il resto puo’ far quello che vuole.

Global o no-global?
No-global.

Per che squadra tieni?
Casertana e Fucenze.

Proverbi, meglio un uovo oggi…
Che una gallina domani.

Chi dorme…
Non prende pesci.

Chi non è buono per il re…
Si faccia la regina.

Sei favorevole, alla donazione degli organi?
Sì.

All’eutanasia?
Sì.

All’aborto?
Sì.

All’abolizione dell’articolo 18?
Assolutamente no.

Alla riapertura delle case chiuse?
Certo.

Alla legalizzazione delle droghe leggere?
Sì, no… aspetta, poi leviamo il lavoro a ‘sti pori spacciatori.

All’apertura delle frontiere?
No.

Sogno ricorrente?
Quello di galleggiare.

I profilattici vanno usati?
Purtroppo sì. [Schifato]

A quante donne hai detto “ti amo”?
Poche.

Sei innamorato?
No.

Posizione preferita nel fare l’amore?
Ragazzi, guardo sempre di più, pazzesco… quindi sto molto distante.

Fantasia sessuale ricorrente?
Adoro fa l’amore co’ più donne.

Con quante donne al massimo l’hai fatto?
Quattro.

Hai pagato o…
Pagato, e pure tanto… Porca vacca! Io consiglio qualcosa tipo su internet ce ne stanno carine… Costano ma…

Nel sesso tutto è permesso?
Certo.

Participio passato di regnare?
Regnato.

Il nome di una medicina?
Cobaforte 2000.

Meglio una cena con: Vespa o Costanzo?
Con Vespa.

Berlusconi o Fini?
Berlusconi, ridi… ridi cià le battute su tutto.

Grillo o Benigni?
Grillo.

Mascia o Marina la Rosa?
Marina.

Una frase nel tuo dialetto?
[Intraducibile]

Canta l’inno di Mameli.
[Stonato]

Canta O sole mio.
[Meglio dell’inno]

Sei felice?
No.

Cosa ti auguri per il tuo futuro?
De essere felice, forse.

Cosa ti auguri per il futuro dell’Italia?
Che tutti quanti, andando a dormire possano essere orgogliosi di essere italiani. Questa l’ho copiata [ed] è uscita pure male, perché è de Benigni che l’ha fatta molto più figa.

Hai 10 secondi per stupire gli italiani, sfruttali al meglio.
[Taricone dà le spalle alla telecamera, si cala i pantaloni e mostra le chiappe agli italiani]

— Andrea Peltrin, 1 Jul 2010.

Nesssun commento per questo articolo.