Viaggi

Jesolo

La lista definitiva del villeggiante.

Jesolo — Spiaggia libera

Le infradito. La sabbia sotto i piedi che scotta. La sabbia nelle mutande. Le file di ombrelloni. Le sdraio e i lettini. Gli aquiloni. I chioschi. Gli asciugamano per terra. I lungomare dedicati a Lino Banfi, Nancy Brilli e Christian de Sica. I cinesi che ti fanno i massaggi, gli africani che ti vendono gli occhiali, i coccobello rigorosamente italiani. La spiaggia libera. Le docce. Costume intero, bikini o topless? Le chiappe delle villeggianti. Lo spogliatoio con il lucchetto “riservato ospiti Hotel Orizzonte”. L’odore di crema solare. L’odore del mare. Il rumore del mare.

QuBe Hamburgeria. I risto-pizzeria acchiappa turisti “specialità pesce”. La fila fuori dal Ristorante Tempini. La fila fuori dalla Pizzeria Capri. La fila un po’ dappertutto. I bambini con davanti una porzione da camionista di lasagne al forno mentre i genitori si mangiano gli spaghetti allo scoglio. I tramezzini carichi all’Oasi del Panino. La colazione dell’hotel servita troppo presto il mattino.

I minimarket dei cinesi. I minimarket dei pakistani. I minimarket e basta. Le sale giochi. I negozietti di bigiotteria. Gli alberghetti a cinquanta metri dalla spiaggia senza accesso al mare. La pensione “due stelle senza” con la vecchia in ricezione.

Lo Spritz Select perché “alla fin fine siamo a Venezia”. Le caraffe di Spritz Aperol. Il Prosecco. Il Mojito. Il Long Island. L’Americano. Il mal di testa del giorno dopo. Il minibar in stanza pieno di birre. “Oggi non bevo, o meglio bevo di meno”.

L’aperitivo al Casabianca. Il dopocena al Casabianca. “Ma siete sempre al Casabianca?”. Il Marina Club. La mu-mu-musica. Le milf del Marina Club. I drink allungati del Marina Club. La desolazione del TerrazzaMare. Il Muretto. La Capannina. Il Gasoline. Il Vanilla club che non si capisce dove cazzo è.

Le bariste tutte belle. Le cameriere tutte belle. Le turiste tedesche tutte minorenni. “Uno di questi giorni mi ricoverano”. “Uno di questi giorni mi arrestano”.

Piazza Drago. Piazza Carducci. Piazza Brescia. Piazza Aurora. Piazza Mazzini. Via Bafile che non finisce più. Primo accesso al mare. Secondo accesso al mare. Quarto accesso al mare. “Ne abbiamo mancato uno”.

Il sole anche quando non c’è il sole.

#Jesolo su Instagram

— Andrea Peltrin, 21 Aug 2016.

Nesssun commento per questo articolo.